Cronaca

Per due anni tormenta la ex con telefonate e appostamenti: 42enne nei guai

sabato 7 marzo 2020

L'uomo è stato colpito dal divieto di avvicinamento.

Si erano separati da due anni ma lui continuava a tormentarla: è stato colpito dal divieto di avvicinamento un 42enne di Gallipoli a seguito delle indagini dei poliziotti scaturiti dalla denuncia di una donna. 

Secondo quanto accertato in sede d’indagine, l’uomo tormentava sistematicamente la ex consorte con ripetuti appostamenti, bigliettini con dediche e regali inopportuni consegnati alla vittima nei momenti più impensabili. Ma non solo. La donna era raggiunta da continui messaggi whatsapp e telefonate inoltratele dall’uomo a qualsiasi ora del giorno, sebbene già una volta avesse cambiato numero di telefono. Nemmeno l’intervento delle forze dell’ordine era servito a scoraggiare l’uomo dai suoi propositi molesti, quando in una circostanza verificatasi lo scorso anno, fu sorpreso mentre tentava di accedere con fare violento, nell’appartamento della ex. La donna aveva persino abbandonato il proprio impiego per evitare di essere pedinata e talvolta minacciata anche nei luoghi di lavoro.

Le indagini avviate immediatamente e in concomitanza con la presentazione della denuncia, sono state sviluppate principalmente mediante l’acquisizione di riscontri testimoniali, nonché referti sullo stato di malessere della donna. I gravi indizi di colpevolezza riscontrati durante l’indagine, hanno permesso infine all’Autorità Giudiziaria di emettere in tempi strettissimi la misura coercitiva che vieterà al coniuge violento di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima.        

Sempre gli agenti del Commissariato di P.S. di Gallipoli, a seguito di articolati riscontri investigativi, hanno applicato, nei giorni scorsi, la misura di sicurezza della libertà vigilata a un 38enne pluripregiudicato del posto, ex sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, più volte condannato per reati contro il patrimonio e la persona. 

La misura di sicurezza è stata adottata dal Magistrato di Sorveglianza alla luce dei numerosi reati commessi dall’uomo negli ultimi anni e in ragione della grave ed attuale pericolosità sociale, accertata dall’Autorità Giudiziaria nella fase istruttoria del procedimento. L’uomo, in base al provvedimento, dovrà rispettare determinati obblighi di Legge, tra cui la permanenza in casa nelle ore serali e notturne.  

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
09/03/2020
Il Consiglio Episcopale Regionale si è riunito ...
Cronaca
09/03/2020
I responsabili sono stati rintracciati grazie ai dati ...
Cronaca
09/03/2020
Nuove indicazioni saranno disponibili nella giornata di ...
Cronaca
08/03/2020
Lo ha comunicato lo stesso generale salentino in isolamento ...
Nell’Hotel Costa Brada di Gallipoli si sono ritrovati i più importanti esperti italiani di Nefrologia per ...